Home / Cosa fare / Cicloturismo in Abruzzo: scoprire la costa in bicicletta.

Cicloturismo in Abruzzo: scoprire la costa in bicicletta.

L’Abruzzo è una regione che ha fatto del cicloturismo uno dei modi più adatti per scoprire le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche. Pedalare attraverso i suoi ambienti variegati, i suoi bellissimi paesaggi collinari e le sue coste meravigliose è un’esperienza indimenticabile. Andare in bicicletta in Abruzzo vuol dire optare per un tipo di turismo slow, pedalando rilassati lungo strade a traffico limitato, prendendosi delle pause per andare alla scoperta dei piccoli borghi o delle bellezze della costa.

Il Corridoio Verde Adriatico (anche detto Ciclovia Adriatica) è la pista ciclabile che costeggia la riviera adriatica attraversando 5 regioni: l’Emilia-Romagna, le Marche, l’Abruzzo, il Molise e la Puglia, per poi, in un futuro, inoltrarsi fino a Venezia.

In provincia di Teramo, l’itinerario ciclabile percorre il lungomare adriatico delle località di Giulianova Lido, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, e Cologna spiaggia (frazione di Roseto degli Abruzzi), attraversando i due ponti ciclo-pedonali sul Salinello e sul Tordino.

L’accogliente località di Giulianova, molto apprezzata dalle famiglie con bambini piccoli, offre ai turisti uno dei lidi più puliti di tutto l’Abruzzo, caratteristica che la rende una delle stazioni balneari più frequentate di tutto il Medio Adriatico.

Qui i visitatori possono beneficiare, infatti, di strutture ricettive di ottima qualità (facilmente prenotabili tramite il portale turistico Giulianova.it), della presenza di un porto vivace e di una lunga spiaggia di fine sabbia dorata che garantisce ogni anno a Giulianova il riconoscimento della Bandiera Blu. Lungo il suo splendido arenile, si alternano stabilimenti balneari attrezzati (anche per coloro che viaggiano in compagnia dei propri amici a quattro zampe) e tratti di spiaggia libera.

Oltre alla sua lunga spiaggia di sabbia finissima che declivia in uno splendido mare, anche l’immediato entroterra di Alba Adriatica offre numerose opportunità per un turismo culturale e enogastronomico. Alle spalle della cittadina balneare, infatti, si apre l’ampia vallata del Vibrata dove, disseminati in un meraviglioso paesaggio di dolci colline verdi, svettano una manciata di piccoli paesini ricchi di fascino, perfetti da essere visitati a cavallo delle due ruote.

La famosa località balneare di Tortoreto Lido è rinomata per la bellezza del suo lungomare: filari di palme e pini marittimi incorniciano le splendide ville liberty che hanno fatto guadagnare alla cittadina la fama di essere una località di villeggiatura elegante e di classe. L’ampia spiaggia di sabbia finissima si estende per circa 3 chilometri di fronte a un mare sempre limpido.

Roseto degli Abruzzi è un’altra meta estiva molto rinomata: l’intera cittadina, infatti, si estende parallelamente a una lunga spiaggia di sabbia dorata bagnata da un mare cristallino. Roseto è il luogo ideale per gli amanti della natura; a pochi chilometri, infatti, si trovano la Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Calanchi di Atri e le Gole del Salinello, con le sue particolari grotte e insenature rocciose.

Il tratto del Corridoio Verde Ciclabile che attraversa Alba Adriatica e Tortoreto Lido è stato il primo segmento ad essere stato realizzato sulla costa adriatica, intorno alla fine degli anni ’60. La pista ciclabile è caratterizzata dal fatto che attraversa zone che presentano una ricca vegetazione fatta di pinete, filari di palme e tamerici.

Un altro tronco attivo della ciclabile è a Scerne di Pineto (3 km) e a Pineto (dove un tratto in terra battuta si sviluppa sotto la caratteristica pineta a ridosso del mare, che risale agli inizi del Novecento, fatta piantare per volere della famiglia Filiani di Atri).

In tutto l’Abruzzo esistono ben 46 itinerari di cicloturismo, dai percorsi alla portata di tutti a quelli più impegnativi, dislocati in modo omogeneo lungo tutto il territorio regionale, affinché i biker possano attraversare diversi panorami approfittando delle piste ciclabili che attraversano parchi, aree protette siti storici e archeologici.

Quasi tutti gli itinerari partono dai centri abitati. Le varie tappe di ogni tour sono raggiungibili nell’arco della stessa giornata o, in alternativa, in più giorni qualora ci si volesse fermare a soggiornare nei caratteristici centri storici.

I percorsi, di diversa difficoltà e lunghezza, si adattano sia a un pubblico che ama pedalare tra pianure e le colline sia al ciclo amatore che è sempre alla ricerca di nuovi tracciati per sfide più impegnative.

Cerca anche

corno alle scale

Corno alle scale

Corno alle Scale è un massiccio situato a 1945 metri d’altezza ed è la vetta ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *